Annunciata la piattaforma MeDevIS per aumentare l’accesso alle tecnologie e ai dispositivi medici

Lug 9, 2024 | Farmaci, Innovazione, Tecnologie

Lanciato dall’Oms è progettato per supportare governi, enti regolatori e utenti nel loro processo decisionale sulla selezione, l’approvvigionamento e l’uso di dispositivi medici per la diagnosi, i test e il trattamento di malattie

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha introdotto una piattaforma online chiamata MeDevIS (Medical Devices Information System), il primo centro di compensazione globale ad accesso aperto per le informazioni sui dispositivi medici. È progettato per supportare governi, enti regolatori e utenti nel loro processo decisionale sulla selezione, l’approvvigionamento e l’uso di dispositivi medici per la diagnosi, i test e il trattamento di malattie e condizioni di salute.

La piattaforma MeDevIS comprende 2301 tipologie di dispositivi medici utilizzati per un’ampia gamma di problemi di salute, tra cui la salute riproduttiva, materna, neonatale e infantile, malattie non trasmissibili come il cancro, malattie cardiovascolari, diabete e malattie infettive come il Covid-19.

“Il numero di tecnologie mediche utilizzate nell’assistenza sanitaria sta crescendo, così come la loro complessità, il che può rendere difficile la navigazione per gli operatori sanitari e i pazienti”, ha affermato Yukiko Nakatani, vicedirettrice generale dell’Oms per l’accesso ai medicinali e ai prodotti sanitari. “Puntiamo a fornire uno sportello unico di informazioni internazionali, che può essere inestimabile per coloro che prendono decisioni sulle tecnologie mediche salvavita, specialmente in contesti con risorse limitate, e per migliorare l’accesso”.

Ci sono oltre 10.000 diversi dispositivi medici che vengono utilizzati per la protezione, la prevenzione, la diagnosi, il trattamento o la riabilitazione di problemi di salute a livello globale. Questi includono molteplici tecnologie mediche semplici e complesse che vanno da pulsossimetri, termometri digitali, siringhe monouso e maschere mediche a vari test diagnostici di laboratorio e altre apparecchiature mediche tra cui elettrocardiogrammi, endoscopi, tutte le tecnologie di radiologia per immagini e tecnologie utilizzate per trattamenti come unità di emodialisi e defibrillatori, protesi impiantabili, stent cardiaci e apparecchiature di radioterapia complesse.

Tuttavia, attualmente ci sono molteplici fonti di informazioni separate prodotte da importanti organizzazioni internazionali, enti normativi e agenzie di donatori, il che rende difficile per gli utenti discernere e utilizzare i dati più affidabili. In MeDevIS, gli utenti possono controllare i dispositivi di cui hanno bisogno, tra cui tipo, livello di sistemi sanitari per supportare il dispositivo (come ospedali comunitari o specializzati), ambito del dispositivo e infrastruttura richiesta, tra le altre categorie. MeDevIS sostituisce la ricerca bibliografica cartacea su più pubblicazioni con nomi di dispositivi non standard che possono aumentare la complessità. Oltre a fornire una piattaforma singola, MedevIS mira anche a semplificare la denominazione dei dispositivi medici.

MeDevIS fa riferimento a due sistemi di denominazione internazionali per i dispositivi medici: la European Medical Device Nomenclature ( EMDN ), utilizzata principalmente nei paesi europei per la registrazione nel database europeo, e la Global Medical Device Nomenclature ( GMDN ) utilizzata nelle agenzie di regolamentazione in Australia, Canada, Regno Unito e USA e altri stati membri. I sistemi di denominazione includono codifica e definizioni e possono essere utilizzati in ogni paese per facilitare la registrazione per l’approvazione normativa, l’approvvigionamento e la fornitura, gli inventari nelle strutture sanitarie, il monitoraggio e la determinazione dei prezzi.

“La piattaforma MeDevIS può essere utile per i decisori politici nazionali per sviluppare o aggiornare i propri elenchi nazionali per l’approvvigionamento di tecnologie e dispositivi sanitari e può contribuire al progresso verso la copertura sanitaria universale”, ha affermato Deus Mubangizi, direttore dell’Oms per la politica e gli standard sui prodotti sanitari nella divisione Access to Medicines and Health Products. “Può anche aiutare le agenzie nelle politiche di assicurazione sanitaria e rimborso per i pazienti”.

Questa è la prima volta che l’Oms ha sviluppato un archivio globale di dispositivi medici, basato sulla sua esperienza con l’elenco dei dispositivi medici prioritari dell’Oms (Mdl), che a sua volta si basava sull’esperienza di creazione dell’elenco dei medicinali essenziali dell’Oms (Eml). Avvicinandosi al suo 50  anniversario nel 2025, l’Eml è considerato un pilastro della salute pubblica nei paesi di tutto il mondo, supportando il progresso sanitario e toccando miliardi di vite. L’Oms continuerà a migliorare la piattaforma MeDevIS, coinvolgendo molteplici parti interessate e partner e ampliandola con ulteriori tecnologie e dispositivi utilizzati in vari ambiti sanitari, anche in contesti di pandemia ed emergenza.

STUDI/RICERCHE 

Lea, 8 Regioni sotto la sufficienza

Lea, 8 Regioni sotto la sufficienza

Pubblicata la Relazione 2022 sul Monitoraggio dei Livelli essenziali di assistenza attraverso il Nuovo Sistema di Garanzia del ministero della Salute

TECNOLOGIE 

Nuova sfida per l’Hta

Nuova sfida per l’Hta

Giandomenico Nollo, presidente della Società italiana di Health Technology Assessment (Sihta) sottolinea la necessità di cambiamento anche nelle valutazioni delle tecnologie e innovazioni

Complessità da dirimere

Complessità da dirimere

La valutazione etica nei processi di Health technology assessment (Hta) è uno degli ambiti operativi nei quali la Bioetica si è, e dovrà sempre più cimentarsi, alla luce della sempre crescente invasività dei prodotti che la tecnica mette a disposizione

di Dario Sacchini

Chi insegna alle macchine a compiere scelte etiche? 

Chi insegna alle macchine a compiere scelte etiche? 

Riconoscere il ruolo centrale degli esseri umani nel funzionamento della filiera, che viene tenuto celato per alimentare la magia dell’automazione, è un passaggio indispensabile quando si parla di qualità delle scelte compiute dalla macchina

di Chiara Mannelli

E ANCORA

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Il “Carbon Footprint” degli ospedali

Non esiste solo il bisogno di creare una “coscienza ambientale” nei pazienti e nei loro medici, ma è una necessità che deve essere condivisa anche da chi dirige la sanità. Il settore è ancora in una fase del “fai da te”

di Daniela Pedrini, Simona Ganassi Agger

enterprice

ENTERPRISE

AziendePersone&Mercato

Diversità, equità e inclusione

Diversità, equità e inclusione

Sanofi consolida il suo impegno con un’ulteriore certificazione che conferma i risultati dell’azienda in termini di uguaglianza di genere

SAVE THE DATE

SAVE THE DATE

Congressi&Convegni