Antoniozzi: “Calabria ha alto tasso di aggressioni ai medici. Sia fatta giustizia”

Apr 15, 2024 | Voci

In occasione dell’anniversario della morte di Barbara Capovani, il vicecapogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Alfredo Antoniozzi sottolinea l’urgenza di aumentare i controlli e la sicurezza negli ospedali

“Domenica prossima 21 aprile sarà il primo anniversario dell’uccisione della psichiatra Barbara Capovani a Pisa per cui è imputato il signor Gianluca Paul Seung. Mi auguro che venga fatta giustizia”. Lo afferma il vicecapogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Alfredo Antoniozzi presentatore della proposta di legge di modifica degli artt 88 e 89 del codice penale che disciplinano l’infermità e la seminfermità mentale. “Ho seguito la vicenda giudiziaria all’inizio e poi non me ne sono occupato più – aggiunge Antoniozzi – perché ho fiducia nella magistratura. Credo che il signor Seung non sia “matto” – prosegue Antoniozzi – così come non sono matti quelli che hanno disturbi di personalità o disturbi dell’umore con transizioni psicotiche come mi hanno confermato grandi psichiatri come Andrea Balbi, Giuseppe Nicolò che ha curato la nuova edizione del Dsm, Donatella Marazziti, Stefano Castagnoli, Gianni Giuli, Pietro Ciliberti. La mia regione, la Calabria – prosegue Antoniozzi – è una di quelle che registrano il più alto tasso di aggressione ai medici e questo non va per niente bene. Dobbiamo aumentare i controlli e la sicurezza negli ospedali. Ho fiducia nella magistratura e spero che la mia legge venga approvata al più presto: quando accadrà – conclude Antoniozzi – la dedicheremo anche alla dottoressa Capovani.

 

GOVERNO 

Emergenza-Urgenza: cambiare si può

Emergenza-Urgenza: cambiare si può

La Commissione Affari Sociali approva il documento conclusivo dell’indagine conoscitiva sulla situazione della medicina dell’emergenza-urgenza e dei pronto soccorso in Italia

LE NOSTRE INTERVISTE 

Necessario riconoscere le sub-specialità pediatriche

Necessario riconoscere le sub-specialità pediatriche

Carenza di specialisti, aumento delle malattie croniche nei bambini, diseguaglianze territoriali nell’accesso alle cure, denatalità: con Annamaria Staiano, presidente della Società Italiana di Pediatria, facciamo il punto sulla professione del pediatra che oggi incontra non poche difficoltà

Fentanyl, occorre muoversi per tempo

Fentanyl, occorre muoversi per tempo

L’uso improprio del Fentanyl, benché non rappresenti una minaccia per il nostro Paese, è oggetto di grande attenzione da parte del Governo che ha recentemente varato un piano ad hoc. Per capire di cosa si tratta e mettere in fila gli elementi chiave del ragionamento, abbiamo intervistato Sabina Strano Rossi, presidente del gruppo tossicologi forensi italiani, che entra per noi nel merito offrendoci una preziosa bussola per orientarci

Basta con le misure tampone

Basta con le misure tampone

Sul difficile momento che sta attraversando la sanità pubblica abbiamo parlato con il segretario generale del Sumai Assoprof, Antonio Magi che entra nel merito della sua proposta per risollevare le sorti del nostro Ssn

Una risposta ai cittadini

Una risposta ai cittadini

La Regione Emilia Romagna ha presentato un piano per tagliare i tempi di prenotazione e accesso a visite ed esami specialistici. Previste agende aperte, più appuntamenti prenotabili, rafforzamento del personale per un investimento totale di 30 milioni di euro. Ne abbiamo parlato con l’assessore alla sanità Raffaele Donini

E non dimentichiamoci dei chirurghi

E non dimentichiamoci dei chirurghi

Con Marco Scatizzi, presidente Acoi, affrontiamo i temi caldi del dibattito relativo al nostro sistema sanitario nazionale e al presente e futuro della professione di chirurgo. “La Governance della Sanità deve passare dal governo burocratico al governo clinico”

Sulla non autosufficienza “Manca ancora una riforma”

Sulla non autosufficienza “Manca ancora una riforma”

Cristiano Gori, coordinatore del “Patto per un Nuovo Welfare sulla Non Autosufficienza”, commenta per noi l’impianto del primo decreto attuativo alla Legge 33. Sui tre interventi principali previsti dalla legge “troppa distanza”

Sivemp: I Medici Veterinari del Ssn a Congresso

Ha preso il via ieri il 52° Congresso Nazionale del Sindacato Italiano Veterinari di Medicina Pubblica che vede riuniti ad Arzachena fino al 24 maggio 250 medici veterinari di sanità pubblica delle Asl e degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali

SAVE THE DATE

SAVE THE DATE

Congressi&Convegni