I giovani di tutto il mondo chiedono ai governi di proteggerli dalle tattiche predatorie di marketing del tabacco

Mag 31, 2024 | Governo e Parlamento

I dati mostrano che i bambini utilizzano le sigarette elettroniche a tassi superiori rispetto agli adulti in molti paesi e che a livello globale 37 milioni di giovani di età compresa tra 13 e 15 anni utilizzano tabacco. Oggi la Giornata mondiale senza tabacco

Si celebra oggi 31 maggio la Giornata mondiale senza tabacco, giornata in cui l’Oms sta amplificando le voci dei giovani che chiedono ai governi di proteggerli dall’essere bersagli dell’industria del tabacco e della nicotina. Il tema della Giornata mondiale senza tabacco 2024 è proteggere i giovani dalle  interferenze dell’industria del tabacco. La campagna di comunicazione sui social media dell’Oms sta seguendo una  strategia “per i giovani, tramite i giovani” in cui i giovani sono in prima linea nel denunciare  l’industria del tabacco per le sue tattiche manipolative e ingannevoli e nel rivelare l’  impatto reale e devastante che l’industria ha sulla salute, giustizia sociale e  ambiente. L’industria del tabacco influenza e interferisce con i giovani, spendendo circa 8  miliardi di dollari l’anno in varie forme di pubblicità, creando una nuova ondata di dipendenza.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e Stop, un ente di vigilanza globale sull’industria del tabacco, hanno lanciato nei giorni scorsi “ Hooking the next generation ”, un rapporto che evidenzia come l’industria del tabacco e della nicotina progetta prodotti, implementa campagne di marketing e lavora per modellare ambienti politici che li aiutino danno dipendenza ai giovani del mondo. Il rapporto mostra che a livello globale circa 37 milioni di bambini di età compresa tra 13 e 15 anni usano tabacco e, in molti paesi, il tasso di utilizzo delle sigarette elettroniche tra gli adolescenti supera quello degli adulti. Nella regione europea dell’Oms, il 20% dei quindicenni intervistati ha riferito di aver utilizzato sigarette elettroniche negli ultimi 30 giorni. Nonostante i progressi significativi nella riduzione del consumo di tabacco, l’emergere delle sigarette elettroniche e di altri nuovi prodotti a base di tabacco e nicotina rappresenta una grave minaccia per i giovani e per il controllo del tabacco. Gli studi dimostrano che l’uso della sigaretta elettronica aumenta di quasi tre volte l’uso di sigarette convenzionali, in particolare tra i giovani non fumatori.

“La storia si sta ripetendo, poiché l’industria del tabacco cerca di vendere la stessa nicotina ai nostri bambini in confezioni diverse”, ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms. “Queste industrie si rivolgono attivamente alle scuole, ai bambini e ai giovani con nuovi prodotti che sono essenzialmente una trappola al gusto di caramella”. Queste industrie continuano a commercializzare i loro prodotti ai giovani con sapori invitanti come caramelle e frutta. Una ricerca condotta negli Stati Uniti d’America ha rilevato che oltre il 70% dei giovani consumatori di sigarette elettroniche smetterebbero di fumare se i prodotti fossero disponibili solo al gusto tabacco.

“Queste industrie progettano intenzionalmente prodotti e utilizzano strategie di marketing che si rivolgono direttamente ai bambini”, ha affermato Ruediger Krech, Direttore della Promozione della Salute dell’Oms. “L’uso di sapori adatti ai bambini come zucchero filato e gomma da masticare, combinato con design eleganti e colorati che ricordano i giocattoli, è un palese tentativo di creare dipendenza tra i giovani a questi prodotti dannosi.”

Per l’Oms queste tattiche ingannevoli evidenziano l’urgente necessità di norme forti per proteggere i giovani da una vita di dipendenza dannosa. L’Oms esorta così i governi a proteggere i giovani dal consumo di tabacco, sigarette elettroniche e altri prodotti a base di nicotina vietando o regolamentando rigorosamente questi prodotti. Le raccomandazioni dell’OMS includono la creazione di luoghi pubblici al chiuso al 100% senza fumo, il divieto delle sigarette elettroniche aromatizzate, il divieto di marketing, pubblicità e promozione, tasse più elevate, l’aumento della consapevolezza pubblica sulle tattiche ingannevoli utilizzate dall’industria e il sostegno a iniziative di educazione e sensibilizzazione guidate dai giovani.

“I giovani dipendenti rappresentano una vita di profitti per il settore”, ha affermato Jorge Alday, direttore di Stop presso Vital Strategies. “Ecco perché l’industria esercita pressioni aggressive per creare un ambiente che renda economico, attraente e facile per i giovani da catturare. Se i politici non agiscono, le generazioni attuali e future potrebbero trovarsi ad affrontare una nuova ondata di danni, caratterizzata dalla dipendenza e dall’uso di molti prodotti a base di tabacco e nicotina, comprese le sigarette”.

I giovani di tutto il mondo stanno prendendo posizione contro l’influenza distruttiva e il marketing manipolativo dell’industria del tabacco e della nicotina. Stanno denunciando queste pratiche ingannevoli e sostenendo il loro futuro senza tabacco. Organizzazioni giovanili di tutto il mondo hanno partecipato all’ultima sessione della Conferenza delle Parti della Convenzione Quadro dell’Oms sul Controllo del Tabacco (COP10) per lanciare un messaggio potente ai decisori politici: “Le generazioni future vi ricorderanno coloro che le hanno protette o quelli che li hanno delusi e li hanno messi in pericolo.

Prospettive e criticità dell’ecosistema italiano

Prospettive e criticità dell’ecosistema italiano

Abbiamo incontrato Pietro Derrico, già Presidente SIhta e oggi coordinatore del Cts a margine della seconda edizione della Conferenza Nazionale sui Dispositivi Medici promossa dalla fondazione Mesit, e svoltasi a Roma lo scorso 9 luglio. Con lui abbiamo ragionato di Hta e delle sue prospettive.

L’ospedale non può funzionare a due velocità

L’ospedale non può funzionare a due velocità

“Dobbiamo restituire dignità alla parola Servizio”. Così il presidente della Società Italiana di Medicina d’Emergenza-Urgenza, Simeu, Fabio De Iaco che senza giri di parole sottolinea la necessità di avere “il coraggio di mettere in piedi un grande progetto per la rifondazione del Ssn che coinvolga tutti gli attori”

Alessandro Rossi, Simg: investire sul personale

Alessandro Rossi, Simg: investire sul personale

Con il presidente Simg, Alessandro Rossi, scattiamo un’istantanea della medicina generale declinandone criticità e prospettive. “Serve un cambio di passo per rendere efficace la medicina territoriale”

Necessario riconoscere le sub-specialità pediatriche

Necessario riconoscere le sub-specialità pediatriche

Carenza di specialisti, aumento delle malattie croniche nei bambini, diseguaglianze territoriali nell’accesso alle cure, denatalità: con Annamaria Staiano, presidente della Società Italiana di Pediatria, facciamo il punto sulla professione del pediatra che oggi incontra non poche difficoltà

Fentanyl, occorre muoversi per tempo

Fentanyl, occorre muoversi per tempo

L’uso improprio del Fentanyl, benché non rappresenti una minaccia per il nostro Paese, è oggetto di grande attenzione da parte del Governo che ha recentemente varato un piano ad hoc. Per capire di cosa si tratta e mettere in fila gli elementi chiave del ragionamento, abbiamo intervistato Sabina Strano Rossi, presidente del gruppo tossicologi forensi italiani, che entra per noi nel merito offrendoci una preziosa bussola per orientarci

Basta con le misure tampone

Basta con le misure tampone

Sul difficile momento che sta attraversando la sanità pubblica abbiamo parlato con il segretario generale del Sumai Assoprof, Antonio Magi che entra nel merito della sua proposta per risollevare le sorti del nostro Ssn

REGIONI 

E ANCORA 

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Il “Carbon Footprint” degli ospedali

Non esiste solo il bisogno di creare una “coscienza ambientale” nei pazienti e nei loro medici, ma è una necessità che deve essere condivisa anche da chi dirige la sanità. Il settore è ancora in una fase del “fai da te”

di Daniela Pedrini, Simona Ganassi Agger

SAVE THE DATE

SAVE THE DATE

Congressi&Convegni