La Conferenza Regioni prepara un “Manifesto Sanità”

Feb 9, 2024 | Governo e Parlamento

Il presidente Fedriga: Formuleremo delle proposte al Governo e anche delle proposte per le singole Regioni per affrontare a tutto campo le criticità che esistono nel sistema sanitario

“Formuleremo delle proposte al Governo e delle proposte per le singole Regioni per affrontare a tutto campo le criticità che esistono nel sistema sanitario”. La Conferenza delle Regioni prepara un “Manifesto Sanità” da presentare al Governo, annuncia il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, al termine della riunione dei Presidenti dell’8 febbraio: “Abbiamo approfondito tutto il tema sanitario, oltretutto devo dire in modo innovativo rispetto al passato, cioè non guardando soltanto all’emergenza, ma formuleremo delle proposte al Governo e devo dire anche delle proposte per le singole Regioni per affrontare a tutto campo le criticità che esistono nel sistema sanitario”.
“Questo significa – spiega Fedriga – per esempio la carenza di personale sanitario con prospettive diverse rispetto alla componente medica che, secondo le previsioni, dal 2028 troverà un numero superiore di medici formati rispetto ai professionisti che vanno in pensione e quindi rispetto all’emergenza di disponibilità di camici bianchi”.
Quanto invece alla carenza di infermieri: ”sarà sempre più consistente e su questo dobbiamo intervenire. Faremo anche una riflessione sulle competenze delle professioni sanitarie, così da permettere un ampliamento di utilizzo di professionisti per dare maggiore risposte e magari alleggerire la parte medica di alcune incombenze che distolgono dall’attività prettamente professionale per la quale si sono formati”. ‘
“Ci sono poi anche altri temi che verranno formulati dalla Commissione Salute della Conferenza delle Regioni in accordo con esperti e in modo propositivo – afferma Fedriga – Vogliamo formulare al governo con la convinzione che servirà e serve – le Regioni si vogliono prendere questa responsabilità – la voglia e la determinazione di fare scelte forti e di prospettiva, non soltanto per affrontare l’emergenza di oggi”.

TERRITORIO 

E ANCORA 

LE NOSTRE INTERVISTE

Insieme per disegnare la Sanità del Futuro

Insieme per disegnare la Sanità del Futuro

Il neo eletto presidente di Confindustria Dispositivi Medici, Nicola Barni ha le idee chiare: “Vogliamo aprire un nuovo dialogo con la politica e con le istituzioni affinché si lavori insieme per una governance del settore, che risponda ai fabbisogni di salute e colga la sfida di rinnovamento della Sanità”

Le questioni sul tavolo

Le questioni sul tavolo

Organizzazione del sistema, personale, formazione e medicina difensiva. Il presidente Siaarti, Antonino Giarratano, ci parla del presente e del futuro del Ssn

Ruolo più forte per il ministero della Salute

Ruolo più forte per il ministero della Salute

Dalla carenza di medici alle aggressioni, dalla formazione all’utilizzo delle tecnologie fino al nuovo Codice deontologico. Di questo abbiamo parlato con Filippo Anelli, presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri

Più prevenzione in tutte le direzioni

Più prevenzione in tutte le direzioni

Incontriamo un Francesco Perrone, che assume quest’anno la presidenza  dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom), determinato e pragmatico. Con lui in questa lunga chiacchierata discutiamo di formazione, prevenzione e di un sistema sanitario perfettibile, sì, ma di cui dovremmo andare davvero molto fieri.

L’ingegneria clinica si interroga sull’IA

L’ingegneria clinica si interroga sull’IA

L’ingegneria clinica si interroga sull’intelligenza artificiale. E lo fa coinvolgendo esperti di ambiti differenti per offrire sia una visione “sistematica” che per realizzare un approfondimento all’interno di specifiche specialità clinica già investite dai sistemi tecnologici intelligenti.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Anche lo Snami firma l’Acn 2019-2021

“Di fatto, a oggi restiamo profondamente contrari al ruolo unico e alle ripartizioni orarie che penalizzano i più giovani” afferma il presidente del sindacato Angelo Testa

SAVE THE DATE

SAVE THE DATE

Congressi&Convegni