Linee guida terapeutiche senza condizionamenti

Mar 6, 2024 | Farmaci

La realizzazione di linee guida completamente esenti da influenze esterne continua a rappresentare una sfida. Il Documento “Industria del farmaco e linee guida terapeutiche” dell’Accademia di Medicina di Torino

L’Accademia di Medicina di Torino ha diffuso e discusso il documento dal titolo  “Industria del farmaco e linee guida terapeutiche”, poi sottoscritto e condiviso da numerosi Soci, che è stato messo a punto dal  gruppo di ricercatori coordinati dal Socio Dario Roccatello e composto da Simone Baldovino, Roberta Fenoglio, Daniela Rossi  e Savino Sciascia, del Centro di Eccellenza Universitario per le malattie Nefrologiche, Reumatologiche e Rare dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino. “Considerando che l’industria farmaceutica – afferma l’Accademia – rappresenta uno straordinario promotore dell’ innovazione scientifica e tecnologica  in campo medico e che persegue il legittimo interesse di promuovere la vendita dei propri prodotti al costo ritenuto più remunerativo, un problema che spesso viene sollevato è relativo alle modalità di comunicazione alla classe medica, con possibilità di integrazioni non sempre ortodosse delle informazioni prodotte da Università, Società scientifiche, Ordini professionali e Istituzioni Sanitarie. Le industrie farmaceutiche, al fine di promuovere un’informazione volta soprattutto ad enfatizzare gli effetti positivi dei loro prodotti, talora, in maniera indiretta, condizionano linee guida e raccomandazioni terapeutiche, in qualche caso oscurando un equilibrato rapporto costo-efficacia, talvolta  con qualche inconsapevole supporto delle Società scientifiche”.

Preso atto dei limiti di interazione fra i tre principali attori (Industria, Medici e Associazioni dei Pazienti), il documento propone che la stesura delle linee guida potrebbe istituzionalmente coinvolgere anche agenzie regolatorie e istituti di ricerca nazionali (in Italia l’Istituto Superiore di Sanità) e anche altre figure non sanitarie come gli economisti, in grado di valutare correttamente l’impatto costo-efficacia dei nuovi presidi terapeutici

Il Presidente dell’Accademia di Medicina di Torino, Giancarlo Isaia, esprime il suo compiacimento per l’iniziativa assunta da Roccatello e dai suoi collaboratori in quanto “affronta con competenza ed equilibrio un problema di estrema importanza clinica, economica ed etica, avanzando l’impellente necessità di ricorrere alle competenze necessarie, dotate di indiscussa indipendenza, quando si adottino nuovi presidi, al fine di dimostrare che complessivamente i benefici superano i danni e di valutare le ricadute personali, sociali ed economiche che deriveranno dalle decisioni assunte”. 

STUDI/RICERCHE 

TECNOLOGIE 

Nollo (Sihta): L’Ai alla sfida dell’appropriatezza 

Nollo (Sihta): L’Ai alla sfida dell’appropriatezza 

Il presidente della Società Italiana di Health Technology Assessment (Sihta) a Bologna per Exposanità, ha preso parte ad una tavola rotonda dedicata alle prospettive si sviluppo dell’intelligenza artificiale in sanità

Sogno scientifico?

Sogno scientifico?

L’innovazione corre veloce. Contemporaneamente la politica italiana dovrà essere in grado di promuovere altrettanta crescita nella formazione manageriale e infrastrutturale

Tecnologia innovativa contro le dipendenze

Tecnologia innovativa contro le dipendenze

Il trattamento, che utilizza i campi magnetici per stimolare le funzioni cerebrali, si è dimostrato efficace per una vasta gamma di disturbi psichiatrici e neurologici. Il progetto ideato e gestito dal Responsabile del SerD dell’Ausl Valle d’Aosta

Rivoluzione digitale sotto controllo

Rivoluzione digitale sotto controllo

La trasformazione digitale della sanità pone la cybersicurezza al centro dello sviluppo del sistema sanitario nazionale e per questo motivo deve essere ovunque: nell’hardware, nel software, nei sistemi di interconnessione, nel cloud, nei processi aziendali, nei contratti e nelle policy

E ANCORA

Desertificazione sanitaria

Desertificazione sanitaria

In occasione della XVIII Giornata europea dei diritti del malato si torna a parlare di un tema importante. Anna Lisa Mandorino (Cittadinanzattiva): contro la desertificazione sanitaria serve “un’alleanza tra istituzioni, professioni sanitarie e cittadini”

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Stabile la soddisfazione per la salute

Sul piano territoriale il Nord presenta un’81,6% di soddisfatti per la salute, a seguire il Centro con l’80,1%, quindi il Mezzogiorno con una quota pari al 76,9%

enterprice

ENTERPRISE

Aziende&Persone

La salute mentale dei medici è in declino

La salute mentale dei medici è in declino

Secondo una nuova ricerca di Sony Healthcare Europe, i professionisti del settore medico in tutta Europa stanno sperimentando problemi di salute mentale pari a quelli riscontrati nel 2021, quando i professionisti erano nel pieno delle conseguenze della pandemia

Digital Health: una partnership strategica

Digital Health: una partnership strategica

Collaborazione tra Gemelli Digital Medicine & Health (Gdmh) e Zest Group che punta ad accelerare lo sviluppo di soluzioni innovative nel campo della medicina e della sanità digitale a servizio della ricerca, delle corporate, delle istituzioni, delle startup e di tutti gli stakeholder del settore Life Science & Healthcare

SAVE THE DATE

SAVE THE DATE

Congressi&Convegni