#SOSTENERESSN

Si può fare. Non vorremmo evocare la famosa frase di Gene Wilder nei panni del prof. Frankenstein per generare, a nostra volta, un mostro.

Ma la possibilità di sostenere il nostro Sistema sanitario, che da più parti viene pianto come agonizzante per mancanza di adeguate risorse, con un massiccio finanziamento non è del tutto peregrina.
L’avevo esposta già nell’editoriale del numero di gennaio e torno qui, oggi, avanzando una proposta solida di cui Panorama della Sanità sarà motore: la campagna #sosteneressn.
Dove trovare le risorse che servono per le tante necessità del Servizio sanitario nazionale? Dobbiamo abbattere le liste di attesa, assumere più personale, pagare di più quello in servizio, coprire il buco del playback sui dispositivi medici, e molto altro. È vero che i soldi non fanno la felicità, ma sicuramente aiutano.
E allora, dove trovarli?

Ecco l’idea: tassiamo di più il fumo. Aumentiamo il costo delle sigarette di 5 euro ogni pacchetto con una tassa di scopo. Come del resto hanno già fatto in Francia e in altri paesi.
Con un conto spannometrico si potrebbero generare non meno di 12 miliardi di euro da destinare alla complessa macchina del Servizio sanitario nazionale.
Senza contare che, se qualcuno decidesse di smettere di fumare, otterremmo il duplice risultato di migliorare la sua salute e diminuire i costi correlati alla presa in carico di patologie derivanti dal fumo (relazione di causa effetto scientificamente provata e condivisa).

Siamo sicuri che la nostra proposta troverà molti sostenitori, bipartisan, nel Parlamento e nel Paese delle persone di buon senso, come pure ci aspettiamo che gli interessi legati all’industria del tabacco produrranno un serrato fuoco di sbarramento. Ciò nonostante siamo determinati a non demordere.

Sandro Franco
Direttore responsabile Panorama della sanità