Ucraina, Oms e Unicef: cresce l’impatto degli attacchi alla salute e all’istruzione

Feb 7, 2024 | News

Documentati 1552 attacchi alla sanità, che hanno colpito operatori sanitari, forniture, strutture, magazzini e trasporti, comprese le ambulanze; hanno causato almeno 112 vittime, tra cui operatori sanitari e pazienti, e molti altri feriti. Danneggiato o distrutto più di 3800 scuole

“Siamo profondamente preoccupati per il recente e drastico aumento degli attacchi che colpiscono civili e beni civili in tutta l’Ucraina, in particolare le strutture sanitarie e scolastiche” dichiarano Jarno Habicht, Rappresentante dell’Oms in Ucraina, e Munir Mammadzade, Rappresentante dell’Unicef in Ucraina. “Gli attacchi letali – proseguono Habicht e Mammadzade – sono continuati senza sosta mentre la guerra su larga scala raggiunge la fine del suo secondo anno. Dal febbraio 2022, l’Oms ha documentato 1552 attacchi alla sanità, che hanno colpito operatori sanitari, forniture, strutture, magazzini e trasporti, comprese le ambulanze. Hanno causato almeno 112 vittime, tra cui operatori sanitari e pazienti, e molti altri feriti. Secondo il Governo, questi attacchi hanno danneggiato o distrutto più di 3800 scuole in Ucraina.

Questi attacchi hanno messo in pericolo la vita di bambini, operatori sanitari e civili. Hanno interrotto l’accesso a servizi sanitari essenziali e all’istruzione per migliaia di persone, spesso in aree fortemente colpite dalla guerra con una popolazione già vulnerabile, che comprende anziani, bambini e persone con disabilità. Gli attacchi a scuole e ospedali e ad altre infrastrutture civili sono inaccettabili e possono costituire una violazione del diritto internazionale umanitario. Il diritto ai servizi medici e all’istruzione, soprattutto in tempi di crisi, non deve mai essere negato. L’interruzione dell’accesso all’assistenza sanitaria aumenta il rischio di malattia o di morte. L’interruzione dell’accesso all’istruzione influisce sullo sviluppo e sul benessere dei bambini, mettendo a rischio il loro futuro. Scuole, strutture sanitarie e civili devono essere sempre protetti per garantire l’erogazione ininterrotta di servizi sanitari e di istruzione a tutta la popolazione dell’Ucraina. Gli attacchi ai civili e ai beni civili devono cessare. Il diritto internazionale umanitario e dei diritti umani deve essere rispettato”.

OPINIONI E PUNTI DI VISTA 

TERRITORIO 

E ANCORA 

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
enterprice

ENTERPRISE

Aziende&Persone

SAVE THE DATE

SAVE THE DATE

Congressi&Convegni