Una novità epocale con tanti interrogativi

Mar 29, 2024 | Farmaci

Nuova remunerazione sul futuro professionale delle farmacie: il sindacato nazionale Farmacieunite ne ha discusso con Nello Martini in una partecipata teleconferenza

Come previsto dalla legge di bilancio 2024, dal 1° marzo è entrato in vigore il nuovo modello di remunerazione delle farmacie, non più determinata esclusivamente dal prezzo del farmaco ma da due quote fisse e una quota variabile; la stessa legge di Bilancio prevede anche una revisione dei canali di distribuzione del farmaco. In presenza della svolta epocale, FaramcieUnite ha convocato gli associati e ne ha discusso in una partecipata teleconferenza con il professor Nello Martini, autorevole personalità del mondo farmaceutico, già direttore generale di Aifa, membro del Cda di Ema ed oggi presidente della Fondazione Ricerca e Salute.

“La nuova remunerazione è da molto tempo al centro di ampie riflessioni da parte di tutti gli organi competenti – hanno spiegato il presidente nazionale di FarmacieUnite, Federico Conte, e la delegata del Friuli Venezia Giulia, Alessandra Forgiarini -. Lo scopo di tali riflessioni è garantire un sistema di distribuzione più efficiente e rispondente ai bisogni dei pazienti, nel contempo garantire una governance sostenibile al sistema pubblico e una giusta sostenibilità al sistema farmacia”.

Nell’ultimo ventennio si sono avvicendati interventi normativi (su tutti la legge 405 del 2001) volti a monitorare una spesa che tendeva ad uscire dal controllo. “Tali interventi hanno portato con sé alcune storture interpretative portando a differenze di accesso al farmaco nelle varie Regioni – hanno continuato Conte e Forgiarini – generando eterogeneità di remunerazione delle farmacie accompagnata a un progressivo e generale calo del valore medio della ricetta nella farmacia territoriale”.

Nel suo intervento, il professor Martini che ha illustrato nel dettaglio l’evoluzione del farmaco passato dal modello “chimico” degli anni 80 al “biotech” degli anni 2000 al “rigenerativo” degli anni 2020, ha poi sottolineato che per due decenni le farmacie territoriali sono state sempre più escluse dalla distribuzione di nuovi farmaci, assegnati, a causa del loro costo sempre più elevato, alla distribuzione diretta. Martini ha quindi illustrato i criteri del futuro trasferimento di alcuni farmaci dalla distribuzione diretta e dalla “distribuzione per conto” alla convenzionata, ponendo la lente sulla spesa di convenzionata e acquisti diretti dal 2017 al 2023. Il quadro degli scostamenti ha messo in luce che se la convenzionata da sempre rimane sotto il tetto programmato (nel 2023 di 611 milioni), gli acquisti diretti sforano costantemente il tetto di pertinenza (nel 2023 di 2,8 miliardi). Il tesoretto di 611 milioni del 2023 può permettere, a parere del professor Martini, il possibile trasferimento di farmaci antidiabetici, come incretine e gliflozine, dalla distribuzione per conto (dpc) alla convenzionata. In ogni caso il tetto della convenzionata non potrà però superare quello dell’anno precedente in quanto lo sforamento determinerebbe il rimborso totale da parte della filiera, farmacie incluse provocando un pericoloso “effetto butterfly”.

Riguardo la farmacia dei servizi Nello Martini ha evidenziato che le 18mila farmacie italiane possono svolgere un ruolo essenziale nell’aderenza terapeutica, nell’evitare lo spreco, nel rendere più efficienti le cure, nel ridurre gli accessi e i ricoveri ospedalieri. Infine un monito ai numerosi farmacisti che hanno partecipato alla videoconferenza: “La spinta al cambiamento deve venire dalla professione”.

STUDI/RICERCHE 

TECNOLOGIE 

Nollo (Sihta): L’Ai alla sfida dell’appropriatezza 

Nollo (Sihta): L’Ai alla sfida dell’appropriatezza 

Il presidente della Società Italiana di Health Technology Assessment (Sihta) a Bologna per Exposanità, ha preso parte ad una tavola rotonda dedicata alle prospettive si sviluppo dell’intelligenza artificiale in sanità

Sogno scientifico?

Sogno scientifico?

L’innovazione corre veloce. Contemporaneamente la politica italiana dovrà essere in grado di promuovere altrettanta crescita nella formazione manageriale e infrastrutturale

Tecnologia innovativa contro le dipendenze

Tecnologia innovativa contro le dipendenze

Il trattamento, che utilizza i campi magnetici per stimolare le funzioni cerebrali, si è dimostrato efficace per una vasta gamma di disturbi psichiatrici e neurologici. Il progetto ideato e gestito dal Responsabile del SerD dell’Ausl Valle d’Aosta

Rivoluzione digitale sotto controllo

Rivoluzione digitale sotto controllo

La trasformazione digitale della sanità pone la cybersicurezza al centro dello sviluppo del sistema sanitario nazionale e per questo motivo deve essere ovunque: nell’hardware, nel software, nei sistemi di interconnessione, nel cloud, nei processi aziendali, nei contratti e nelle policy

E ANCORA

Desertificazione sanitaria

Desertificazione sanitaria

In occasione della XVIII Giornata europea dei diritti del malato si torna a parlare di un tema importante. Anna Lisa Mandorino (Cittadinanzattiva): contro la desertificazione sanitaria serve “un’alleanza tra istituzioni, professioni sanitarie e cittadini”

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Stabile la soddisfazione per la salute

Sul piano territoriale il Nord presenta un’81,6% di soddisfatti per la salute, a seguire il Centro con l’80,1%, quindi il Mezzogiorno con una quota pari al 76,9%

enterprice

ENTERPRISE

Aziende&Persone

La salute mentale dei medici è in declino

La salute mentale dei medici è in declino

Secondo una nuova ricerca di Sony Healthcare Europe, i professionisti del settore medico in tutta Europa stanno sperimentando problemi di salute mentale pari a quelli riscontrati nel 2021, quando i professionisti erano nel pieno delle conseguenze della pandemia

Digital Health: una partnership strategica

Digital Health: una partnership strategica

Collaborazione tra Gemelli Digital Medicine & Health (Gdmh) e Zest Group che punta ad accelerare lo sviluppo di soluzioni innovative nel campo della medicina e della sanità digitale a servizio della ricerca, delle corporate, delle istituzioni, delle startup e di tutti gli stakeholder del settore Life Science & Healthcare

SAVE THE DATE

SAVE THE DATE

Congressi&Convegni